bitcoin-computer Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

500 milioni di computer "costretti" a creare Bitcoin

Stando a un'indagine di Adguard su Internet esistono almeno 220 portali che di nascosto sfruttano la CPU dei visitatori per creare delle monete virtuali

13 Ottobre 2017 - Stando a una nuova ricerca sulla sicurezza informatica, su Internet esistono centinaia e centinaia di siti che sfruttano la CPU dei computer dei visitatori per generare Bitcoin. Si tratta dello stesso sistema fraudolento per la creazione di crypto-valute già registrato sul canale Torrent The Pirate Bay.

In pratica i cyber criminali sfruttano la potenza di calcolo del computer dei visitatori del sito per riuscire a generare, attraverso l’uso della criptografia, delle monete virtuali, come Monero o Bitcoin. Pirate Bay usava la CPU per realizzare script CoinHive utili per avere delle monete Monero. Quest’idea ormai è talmente radicata online che moltissimi siti sfruttano sistemi e malware simili a quelli visti su The Pirate Bay per guadagnare con le crypto-valute. Stando a un’indagine di Adguard il 2,2 per cento dei primi 100.000 siti web sta sfruttando la CPU degli utenti per creare monete virtuali.

I siti che generano Bitcoin con la nostra CPU

La ricerca Adguard ha creato un elenco di 220 siti web che sicuramente stanno usando la nostra CPU per guadagnare. Si tratta di un pubblico di utenti superiore ai 500 milioni. Un numero enorme che garantisce ai portali un guadagno importante. Al momento gli script più usati per “rubare” prestazioni ai visitatori sono CoinHive e JSEcoin. Stando alle stime di Adguard questi due strumenti hanno generato un guadagno di almeno 50 mila dollari, nell’ultimo mese, agli hacker che li hanno utilizzati. Per un normale portale web il guadagno medio con questo sistema illegale è di circa 12mila euro al mese. Al momento i siti che usano questi script sono principalmente legati al download illegale e alla pornografia. Ma secondo Adguard in futuro moltissimi altri siti proveranno a guadagnare con le monete virtuali in questo modo. E a dirla tutta a breve potremo anche essere messi di fronte a una scelta: vuoi visualizzare gli annunci sul sito oppure preferisci non vedere pubblicità ma dai un po’ della tua CPU per generare Bitcoin? Come sempre a fare la differenza tra legale e illegale sarà il nostro consenso.

Contenuti sponsorizzati