navigare-online Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

6 consigli per essere al sicuro online

Ogni volta che navighiamo in Internet la nostra sicurezza e la nostra privacy sono a rischio. ecco le azioni da compiere per difenderci da malware e truffe

Quando ci connettiamo a Internet la nostra sicurezza e la privacy vengono messe in pericolo. Aziende, enti governativi, hacker. Esistono una miriade di figure che sono interessate alle nostre informazioni o che vorrebbero farci cadere nella trappola di una truffa. Ecco come difendersi.

Il primo passo per migliorare la nostra sicurezza in Rete è quello di usare password efficienti. Le migliori in questo senso sono le cosiddette passphrase. Ovvero delle credenziali composte da un codice alfanumerico molto lungo e complesso. Ovviamente usare molte passphrase e ricordarle tutte è quasi impossibile. Per aiutarci potremo usare un password manager, come LastPass o Dashlane e Sticky Password. I ricercatori per la sicurezza inoltre hanno segnato alcune linee guida per creare una password perfetta: deve superare i 12 caratteri, deve comprendere lettere numeri e simboli, non deve avere senso e deve essere usata su un solo account.

Aggiornare i software

Aggiornare i software installati sul PC, scaricare l’ultima versione del sistema informatico in uso e ricordarsi di aggiornare con costanza l’antivirus. Queste semplici azioni spesso sono ripetitive e alcuni utenti le vedono come una perdita di tempo e invece effettuarle con tempismo è uno dei consigli principali per migliorare la nostra sicurezza informatica.

Usare un antivirus

Per molti utenti è inutile pagare per installare un antivirus. E dire che in Rete se ne trovano anche di efficienti e gratuiti. Alcuni pensano che basti non scaricare nulla e non andare sui siti poco affidabili per essere al sicuro. Ma non è così. I malware si nascondono ovunque, dalle pubblicità dei portali web agli allegati di email e social media.

Attenzione alle email

Come detto i malware possono nascondersi ovunque. E uno dei mezzi più usati da attacchi phishing, truffe e ransomware, sono proprio le email. Spesso il virus si nasconde dietro a un link o a un allegato. E non basta prestare attenzione al mittente. Un hacker potrebbe prendere possesso del contatto di un amico o un collega e raggirarci in questo modo. Per questo motivo usiamo sempre uno scanner antivirus prima di cliccare su un collegamento ipertestuale e prima di effettuare il download di un documento.

Autenticazione a due fattori

Per non rischiare di vedere rubate tutte le informazioni che teniamo all’interno di un nostro profilo in Rete il consiglio è quello di attivare l’autenticazione a due fattori. In questo modo anche se l’hacker riuscirà a scoprire la nostra password non potrà accedere alle nostre informazioni. Perché per completare il login ci verrà inviato un SMS o un link via email o via smartphone. E se noi non confermiamo l’accesso verrà bloccato.

Attenzione al Wi-Fi pubblico

Quando si trova una connessione internet aperta, gran parte degli utenti non pensa ai potenziali rischi a cui potrebbe andare incontro. Una rete non protetta, infatti, è accessibile a chiunque. Un malintenzionato potrebbe intercettare la trasmissione dei dati e appropriarsi delle credenziali. Il consiglio è di limitare, dunque, l’accesso alle reti Wi-Fi pubbliche. In presenza di una connessione “libera”, è meglio disconnettersi dai propri account ed evitare di inserire password o altri dati personali, come ad esempio le informazioni bancarie.

Contenuti sponsorizzati