app-store-google-paly-store Fonte foto: PeoGeo / Shutterstock.com
APP

Apple e Google rimuovono 330 app da iOS e Android, ma perché?

Da una ricerca è emerso che molte applicazioni per il trading binario presenti su App Store e Play Store erano in realtà delle piattaforme usate dagli hacker

2 Agosto 2017 - Il problema delle applicazioni maligne è un tema serio che Google ha cercato più volte di risolvere. In maniera minore anche Apple ha avuto dei problemi con app poco affidabili. Non a caso i due colossi informatici hanno deciso di eliminare 330 applicazioni dai rispettivi Store.

La maggior parte delle 330 app che sono state rimosse dal Play Store e dall’App Store sono delle piattaforme per fare trading binario. In pratica gli strumenti usati dagli scommettitori in borsa per capire se il valore di azioni e valute diminuiranno o saliranno. Per fare trading esistono molte applicazioni legittime ma approfittando dell’interesse nato negli ultimi tempi attorno a questo settore molti cyber criminali hanno realizzato delle app totalmente fasulle. Lo scopo dei malintenzionati era semplice. Sfruttando la geolocalizzazione, che l’utente autorizzava scaricando l’applicazione, andavano ad attaccare persone lontane dalla loro giurisdizione, in modo da poter effettuare una frode senza troppi rischi.

Le app fraudolente

In pratica l’utente scommetteva dei soldi ma quel denaro non veniva mai investito in borsa, finiva direttamente nelle tasche del cyber criminale. A scoprire la truffa è stata l’ASIC, ovvero l’Australian Securities and Investments Commission. L’ente ha subito avvisato Google e Apple dell’esistenza di queste applicazioni maligne. E la risposta delle due aziende statunitensi è stata immediata. Secondo l’ASIC, le truffe portate avanti con queste app non sono tutte uguali. Alcune, infatti, sfruttavano anche gli annunci ingannevoli. Cioè attraverso false promesse di guadagni facili prendevano i soldi delle vittime senza dare niente in cambio. Quello delle app per le scommesse in borsa è un settore in continua crescita, ma al tempo stesso è un settore che si presta facilmente alle truffe. Per questo motivo Apple ha deciso, oltre all’eliminazione delle applicazioni maligne, anche di non accettare nuove app nel suo Store tra quelle sviluppate per facilitare il trading binario.

Ti raccomandiamo