bill-gates Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Bill Gates, il profeta: si avverano le 15 previsioni fatte 20 anni fa

In un libro scritto nel 1999 e intitolato “Business @ the Speed of Thought” Bill Gates ha predetto gran parte delle innovazioni tecnologiche di oggi

4 Luglio 2017 - Non sarà abile come Nostradamus ma anche Bill Gates a prevedere il futuro non scherza. Il famoso imprenditore statunitense nel 1999 ha scritto un libro, “Business @ the Speed of Thought”, dove faceva 15 previsioni che all’epoca risuonarono come folli e impossibili ma che oggi si sono realizzate.

Partiamo con la prima previsione azzeccata da Gates quasi 20 anni fa. L’imprenditore nel 1999 aveva pensato a un grande proliferare dei siti per paragonare i prezzi, in particolare quelli legati ai vestiti e agli accessori. Per Gates questo sarebbe stato normale perché la concorrenza creata dalla Rete avrebbe portato a delle soluzioni per agevolare il consumatore nella scelta più conveniente possibile. Al giorno d’oggi siti del genere sono ampiamente utilizzati. Alcuni di questi portali permettono anche di fare preventivi per spese molto più importanti di un semplice abito.

I wearable

Al giorno d’oggi i wearable non stupiscono. Quasi tutti abbiamo un oggetto intelligente che portiamo sempre con noi e che indossiamo come se niente fosse. Nel libro Gates scrisse: “In futuro tutti avremo un piccolo dispositivo intelligente e indossabile. Questo ci permetterà di fare chiamate, di lavorare, leggere notizie e prenotare dei voli”. In pratica ha anticipato gli smartwatch.

Pagamenti e assistenza sanitaria

Nel libro “Business @ the Speed of Thought”, Gates ha previsto anche i pagamenti online di bollette e servizi e le comunicazioni con il proprio medico direttamente da particolari portali telematici. Per quanto riguarda i pagamenti Bill Gates ha azzeccato tutto. Anzi, oggi il settore è uno dei più floridi, proprio grazie alla Rete. E il pagamento in contanti è sempre meno indispensabile. Per quanto riguarda l’assistenza medica ancora dobbiamo fare il definitivo salto di qualità ma non mancano app e siti simili a quelli previsti da Bill Gates.

Internet Of Things

Gates descrivendo più approfonditamente i wearable nel libro ha previsto che in futuro gli oggetti intelligenti si sarebbero trovati dappertutto e la nostra vita sarebbe stata semplificata dall’interscambio dei dati tra questi dispositivi. Gates nel libro aveva previsto oggetti intelligenti che ci aiutano nella spesa o a preparare ricette in base a ciò che abbiamo in frigo. Tutte cose che al giorno d’oggi sono la normalità. In pratica l’Internet of Things era già stato previsto.

Social media

Sul libro nel 1999 Gates scrive: “in futuro ci saranno siti web privati per i tuoi amici e la famiglia che consentiranno di chattare e pianificare eventi”. Vi suona familiare? Sì, esatto è Facebook. Al giorno d’oggi siamo abituati ad avere social praticamente per tutto ma a fine anni Novanta il concetto risuonò come rivoluzionario.

Videocamere per la casa

Gates nel 1999 pensò che nel tempo le telecamere per la casa sarebbero state sempre più usate. Anche in questo caso gli eventi hanno confermato la tesi dell’imprenditore. Oggi abbiamo anche telecamere come PetCube, che consentono di controllare un laser in modo da poter giocare con i nostri animali domestici mentre siamo fuori di casa.

Pianificazione vacanze

Al giorno d’oggi tutti sanno usare siti come Expedia o Booking per pianificare la propria vacanza e spendere il meno possibile. Nel 1999 Gates predisse anche questo. Nel libro scrisse: “In futuro ci saranno software che sanno quando abbiamo prenotato un viaggio e utilizzano queste informazioni per suggerire attività, sconti e luoghi da visitare nella nostra meta di destinazione.

Twitter

Gates, fine conoscitore dello sviluppo sociale di Internet, nel 1999 descrisse piattaforme come Twitter. Nel libro parlò di: “Piattaforme per commentare in diretta ciò che sta accadendo durante la visione di una competizione sportiva in televisione”.

Pubblicità personalizzata

Sempre parlando di software personalizzati, come quelli descritti per le vacanze, Gates predisse le pubblicità personalizzate. Ovvero ciò che con Google e con le varie applicazioni e social è diventato la normalità per gli utenti di oggi.

Smart TV

Per Gates le televisioni sarebbero state dotate di servizi che si trovano anche sul web e di connessione per poter cliccare a link di approfondimenti per capire meglio quello che guardiamo. Niente di nuovo per chi ha in salotto una Smart TV.

Lavoro

Internet ha rivoluzionato il mondo del lavoro e Bill Gates se lo aspettava quasi 20 anni fa. Parlò di programmi per la condivisione di progetti, molto simili a quelli che usiamo oggi. Strumenti come Google Drive per fare un esempio. E anche il recruitment è stato particolarmente influenzato dal web. Gates nel 2019 predisse piattaforme come LinkedIn. E al tempo stesso Gates parlò di software aziendali in grado di esternalizzare alcuni compiti in base a competenze specifiche. Esistono diverse piattaforme che al giorno d’oggi offrono a freelance (copywriter o designer per fare degli esempi) dei contratti a tempo. Anche se in Italia non sono molto sviluppati.

Contenuti sponsorizzati