file eliminati Windows 10 Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come recuperare i file cancellati dall'aggiornamento Windows 10

A causa di un bug nell'ultima versione di Windows 10 dopo l'aggiornamento potremo aver perso alcuni dei nostri file, ecco come fare per recuperarli in autonomia

10 Ottobre 2018 - Alcuni utenti si sono accorti di un bug nell’ultimo aggiornamento di Windows 10 che può causare la cancellazione di file dalla memoria del nostro computer. Microsoft ha già predisposto una pagina di supporto online per le persone che hanno subito una perdita di documenti in seguito all’aggiornamento e ha momentaneamente sospeso l’aggiornamento all’ultima versione di Windows 10.

Ma cosa dobbiamo fare in concreto per recuperare i file cancellati dall’aggiornamento di Windows 10? Microsoft ha consigliato agli utenti che notassero una perdita di documenti dopo l’installazione della versione 1809 del suo OS di usare il meno possibile il computer, di contattare l’assistenza e, soprattutto, di evitare di utilizzare programmi per la pulizia del PC. Se abbiamo un minimo di conoscenza informatica però potremo provare a recuperare in autonomia i file eliminati dall’aggiornamento di Windows 10. Come? Semplice, prima dell’installazione del nuovo OS, come da impostazione predefinita, il sistema operativo di casa Microsoft ha creato in automatico un punto di ripristino, utile in caso di errori d’aggiornamento o spegnimenti improvvisi del computer, che possiamo usare per trovare i file cancellati dal bug.

Come recuperare i file cancellati dal bug Windows 10

Per chi non la conoscesse, il punto di ripristino è un’opzione che riporta il PC a un punto di salvataggio precedente nel tempo, detto non a caso punto di ripristino del sistema. Per impostazione predefinita Windows 10 crea in automatico dei punti di ripristino ogni qual volta installi una nuova app, un driver oppure quando esegui un aggiornamento di Windows. Ovviamente se riportiamo il computer alle impostazioni di un salvataggio precedente tutte le app, gli aggiornamenti e i driver installati dopo il punto di ripristino verranno eliminati. Nel nostro caso, però, ci consentirebbe di tornare in possesso dei file cancellati dall’aggiornamento.

Per iniziare a recuperare i file eliminati dall’aggiornamento di Windows 10 dobbiamo andare sul Pannello di Controllo dal menu Start (la finestrella Windows in basso a sinistra). Qui cerchiamo la voce Ripristino, poi andiamo sull’opzione Apri Ripristino configurazione di sistema e infine su Avanti. Il sistema operativo ci dirà quali app perderemo se proseguiamo da uno specifico punto di ripristino, noi non preoccupiamoci e clicchiamo su Avanti e poi su Fine. Se abbiamo eliminato la possibilità di creare punti di ripristino in automatico dalle impostazioni di sistema per recuperare i file dovremo contattare Microsoft perché manualmente difficilmente ci riusciremo, anche usando applicativi di terze parti per il recupero di file cancellati come Recuva.

Come abbiamo detto se non vengono visualizzati punti di ripristino è possibile che la protezione del sistema non sia attivata. Per verificare che la funzione sia attiva vai nel Pannello di controllo, cerca Ripristino, quindi seleziona Ripristino > Configura ripristino di sistema > Configura e controlla che Attiva protezione sistema sia selezionato.

Contenuti sponsorizzati