no-segnale-smartphone Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come risolvere i problemi di connessione del cellulare

Non funziona internet allo smartphone? La causa potrebbe essere la mancanza di segnale o problemi tecnici al telefonino. Ecco cosa fare

7 Febbraio 2018 - Avere una connessione Internet sullo smartphone è diventato oramai di fondamentale importanza. Permette di restare collegati con il “resto del mondo” e di poter essere sempre in contatto con i propri amici e con i colleghi di lavoro. Inoltre, grazie al modulo LTE e alla connessione 4G, la connessione dati dello smartphone è comparabile con quella di casa (in alcuni casi è anche più veloce).

Ma come accade per il segnale del Wi-Fi, può capitare che la connessione dati del telefonino smetta di funzionare di punto in bianco. Per quale motivo? Di chi è la colpa? Le cause possono essere diverse: mancanza di segnale (molto banalmente lo smartphone non prende più), problema tecnico del telefonino, funzioni non attive sul dispositivo. Insomma, i problemi possono essere diversi, ma sono tutti risolvibili. Basta un po’ di pazienza e capire come muoversi. Ecco come risolvere i problemi di connessione dati dello smartphone.

Non prende il segnale del 4G

La gran parte dell’Italia è coperta dal segnale 4G, ovvero uno degli ultimi standard per la comunicazione mobile. Rispetto al 3G assicura una velocità maggiore (fino a 1 gigabit/secondo in download) e la possibilità per gli utenti di accedere a contenuti migliori. Anche se si è in movimento. Ma la transizione dal 3G al 4G ancora non è stata completata in tutta Italia e in alcune zone potremo notare dei rallentamenti nella connessione. Se il 4G non prende, la colpa potrebbe essere delle torri per il segnale cellulare che sono antiquate e non supportano il nuovo standard.

Ma non sempre la colpa è degli operatori telefonici. In alcuni casi il problema è lo smartphone. Non tutti i telefonini supportano la connessione 4G, soprattutto quelli più vecchi. E il motivo è abbastanza semplice: non hanno il modulo LTE che permette agli smartphone di collegarsi alla rete 4G. In altri casi, invece, il modulo LTE è presente ma non è abilitato. Per farlo funzionare basta scaricare un aggiornamento software.

Un consiglio: alcune volte può capitare che si è in una zona coperta dal 4G con uno smartphone che supporta la connessione veloce, ma lo schermo mostra la scritta 3G. Per far funzionare il 4G è necessario spegnere e riaccendere la connessione dati. Nel 99% dei casi questo semplice trucco funziona alla perfezione.

Il tethering

Il tethering è la capacità di uno smartphone di diventare un hotspot Wi-Fi. In parole più semplici, altri dispositivi (computer, tablet) possono utilizzare la connessione dati del telefonino per collegarsi a Internet. Tutti gli smartphone integrano questa funzione, ma non sempre è possibile utilizzarla. Se avete problemi con la connessione 4G, la colpa potrebbe essere proprio del tethering. Infatti, alcune compagnie telefoniche fanno pagare un extra per poter usare la funzione. Prima di dare la colpa allo smartphone, controllate cosa prevede il vostro abbonamento telefonico.

Finiti i giga disponibili

Un altro motivo per cui non funziona la rete 4G è perché sono finiti i giga della nostra promozione. Nessun problema con le torri del segnale cellulare, nessun problema tecnico, molto semplicemente abbiamo consumato tutti i dati dell’abbonamento mensile. Per prevenire questo tipo di problema vi suggeriamo di installare sullo smartphone delle applicazioni che monitorano il consumo dei dati. Si trovano gratuitamente sul Google Play Store e sull’App Store

Contenuti sponsorizzati