navigatore-satellitare Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come scegliere il navigatore GPS

Non tutti i navigatori satellitari sono uguali e prima di comprarne uno sarebbe consigliabile valutare alcune caratteristiche. Ecco quali

Sebbene ormai la parola GPS venga collegata soprattutto con smartphone e altri dispositivi mobili, bisogna ricordarsi che in commercio ci sono ancora i cari e classici navigatori satellitari. Alcune persone, per una serie di ragioni, infatti, preferiscono utilizzare le mappe di questi numerosi device.

Cominciamo a descrivere i vantaggi dei tradizionali sistemi di navigazione GPS. Innanzitutto, come è semplice intuirlo, sono molto più comodi e pratici di cellulari e tablet. Ad esempio, non c’è il rischio che la navigazione sia interrotta da una chiamata o messaggio in arrivo. E poi in caso dovesse squillare lo smartphone, l’utente non è costretto a scegliere se rispondere o continuare con la navigazione. Molti dispongono di numerose mappe (anche internazionali) e sempre aggiornate. Ci sono quelli con gli schermi molto grandi. E non dimentichiamocelo, sono soprattutto molto efficienti. Rispetto a qualche anno fa – forse a causa dei GPS dei dispositivi mobili – è calato anche il loro prezzo.

I navigatori satellitari non sono tutti uguali e prima di precipitarsi al negozio di elettronica più vicino, sarebbe consigliabile valutare alcune caratteristiche, onde evitare di andare incontro a spiacevoli sorprese.

GPS di bordo

In realtà, prima ancora di recarsi al centro commerciale e acquistare un navigatore satellitare, si potrebbe pensare di valutare la possibilità di installare uno dei tanti sistemi di infotainment disponibili per automobile. Alcuni sono dei veri e propri computer di bordo e includono, tra le tante funzioni, anche il GPS. Unico difetto: possono arrivare a costare molto.

Navigatori satellitari portatili

In caso in cui non abbiate nessuna intenzione di stravolgere il cruscotto della vostra macchina oppure non vogliate spendere tanti soldi, sarebbe meglio puntare su un navigatore satellitare portatile. Il prezzo competitivo – sempre più basso di un GPS di bordo – non è il suo unico punto di forza. Proprio perché portatili, questi navigatori possono essere utilizzati su più veicoli.

Caratteristiche tecniche

Un altro elemento fondamentale – forse il più importante – che è necessario tenere in considerazione ruota attorno alle caratteristiche tecniche del navigatore. Partiamo dagli schermi. Allo stesso modo di smartphone e tablet, i dispositivi satellitari differiscono anche per via di risoluzione e dimensione del display. Generalmente, più alti e grandi sono questi parametri e più costerà il dispositivo GPS. Quale scegliere? Dipende dalle vostre esigenze.

Non sottovalutate la qualità del ricevitore. Alcuni dispositivi GPS hanno una sensibilità maggiore, ossia sono in grado di captare il segnale in modo più ottimale. Si capisce che il prezzo dei navigatori dipenderà anche dal ricevitore. Se proprio volete un consiglio: non risparmiate su questo componente interno.

Valutate anche se il software del navigatore sia in grado di calcolare automaticamente, come avviene ad esempio su Google Maps, il percorso. È una funzione molto utile che vi risparmierà il fastidio, mentre state alla guida, di fermarvi e impostare la direzione nuovamente.

Molto utile è controllare se il navigatore – una caratteristica oramai diffusa su molti dispositivi– dispone del servizio vocale, vale a dire della voce che guida l’automobilista. Alcuni navigatori possono, inoltre, leggere anche il nome delle strade.

Conviene anche dare uno sguardo se il dispositivo GPS da comprare offre mappe in 3D o comunica informazioni in tempo reale sul traffico. Assicuratevi che il navigatore satellitare includa anche la possibilità di ricevere aggiornamenti per il software e soprattutto per le mappe.

Contenuti sponsorizzati