Facebook account clonati
SICUREZZA INFORMATICA

Facebook, la falla di sicurezza potrebbe costare 2 miliardi di dollari

In seguito alla falla di sicurezza di Facebook che è costata una perdita di dati per 50 milioni di utenti l'UE sta pensando a una maxi multa per il social media

1 Ottobre 2018 - La falla di sicurezza scoperta di recente su Facebook, che ha permesso agli hacker di compromettere i dati personali di oltre 50 milioni di utenti iscritti al famoso social media, potrebbe costare alla piattaforma di Mark Zuckerberg una multa da parte dell’Unione Europea vicina ai 2 miliardi di dollari.

L’Unione Europea infatti sta valutando se il furto di dati viola il GDPR, la nuova legge sulla protezione dei dati entrata in vigore a maggio 2018, ed eventualmente sanzionare Facebook per omissioni di vario tipo. La commissione per la protezione dei dati dell’Irlanda, che è il principale ente di regolamentazione della privacy di Facebook in Europa, ha dichiarato sabato 29 settembre 2018 di aver richiesto maggiori informazioni allo stesso Facebook per avere dettagli sulla natura e sull’entità della violazione, con particolare riferimento per gli utenti i residenti nell’UE. In base alle risposte che l’Unione riceverà dal famoso social media deciderà l’importo e l’entità della sanzione da imporre a Facebook a causa della perdita dei dati personali degli utenti europei.

La risposta di Facebook all’Europa

Dal canto suo, Facebook si è dichiarato subito disposto a collaborare con l’Unione Europea. Dal social media sperano che la collaborazione e la disponibilità al dialogo possa in qualche modo ridurre i costi della sanzione. Un portavoce di Facebook ha già fatto sapere ai membri responsabili della regolamentazione della privacy europea che presto fornirà tutte le informazioni necessarie.

Lo stesso Mark Zuckerberg nelle ore successive alla scoperta dell’attacco hacker ha dichiarato che Facebook sta prendendo molto sul serio questa falla di sicurezza e che sta facendo di tutto per limitare i danni per i suoi utenti e per evitare che in futuro possano ripetersi eventi spiacevoli come questo. Per l’Europa invece questa falla di sicurezza di Facebook rappresenterà un precedente. Si tratta infatti della prima vera sanzione per l’Unione dall’approvazione del nuovo regolamento sulla privacy.  La multa stando alle prime valutazioni dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 miliardi di euro ma secondo alcuni esperti potrebbe anche essere più salata se Facebook non dimostrerà all’Europa di aver preso tutte le necessarie misure di sicurezza per evitare un attacco hacker di questa portata.

Contenuti sponsorizzati