iPhone-XS-iPhone-X-Plus Fonte foto: Curved Labs
SMART EVOLUTION

Gli smartphone in uscita nel 2018

Dall’iPhone X 2018 al Samsung S9 fino ad arrivare al OnePlus 6: il 2018 si preannuncia un altro anno importante per gli smartphone

28 Novembre 2017 - Il 2017 è stato un anno importante per gli smartphone. Sotto tutti i punti di vista. Vecchie glorie del passato si sono riaffacciate sul mercato (Nokia, Blackberry e Motorola), mentre società affermate hanno completamente cambiato faccia ai propri telefoni (Samsung, Apple, LG, OnePlus, HTC, Huawei).

Senza fare troppi giri di parole, il 2017 è stato l’anno del Samsung Galaxy S8 (nella sua variante Plus e nella versione “potenziata” Note 8) e dell’iPhone X. L’azienda coreana e quella di Cupertino hanno accentrato su di loro tutte le attenzioni della stampa. E non poteva essere altrimenti. Il Samsung S8 è stato tra i primi a presentare un design borderless, ovvero con cornici molto sottili, e uno schermo con rapporto d’aspetto di 18:9 (uno dei tanti cambiamenti avvenuti in questo 2017). Apple, dal canto suo, dopo anni un po’ anonimi sotto il punto di vista del design ha lanciato l’iPhone X, probabilmente il telefonino più caratteristico uscito quest’anno.

E il prossimo anno cosa accadrà? Come saranno gli smartphone del 2018? È ancora presto per dirlo, ma una cosa è certa: le aziende continueranno nel processo di perfezionamento del design. Cornici ancora più sottile per fare spazio a schermi sempre più grandi. Il design verrà portato all’estremo, riducendo al minimo lo spazio per la fotocamera anteriore e i sensori presenti nella parte frontale del dispositivo.

Come saranno gli smartphone in uscita nel 2018

Pensare che il 2018 sia solamente un anno di transizione verso una nuova generazione di smartphone in uscita nel 2019, è un grosso errore. Il 2018 potrebbe essere un anno molto importante per quanto riguarda gli smartphone pieghevoli. Un primo assaggio lo abbiamo già avuto nel 2017, con la presentazione dello ZTE Axon M, il primo smartphone al mondo che si piega e che permette di utilizzare due schermi contemporaneamente. Ma nonostante queste funzionalità, non si tratta di un vero e proprio smartphone pieghevole. Secondo le indiscrezioni uscite negli ultimi mesi, tutte le principali aziende stanno sviluppando dei telefonini con schermo flessibile. Samsung avrebbe pronto il Galaxy X, Apple potrebbe lanciare un iPhone X Plus con schermo pieghevole e anche Huawei sarebbe molto avanti nel realizzare un device flessibile. Bisognerà solamente attendere qualche mese per vedere se il primo smartphone con schermo pieghevole o flessibile verrà lanciato sul mercato.

Senza fare troppi voli pindarici pensiamo a quello che sicuramente accadrà il prossimo anno. È ancora difficile prevedere come saranno gli smartphone nel 2018, ma è possibile affermare che le varie aziende cercheranno di diminuire ancora di più le cornici per far spazio a schermi sempre più grandi. Tutti i top di gamma usciti negli ultimi mesi del 2017 hanno uno screen body-to-ratio (ovvero la percentuale di spazio occupata dal display) compreso tra l’80-85%.  L’obiettivo per il 2018 è di raggiungere l’88-90%, riducendo ulteriormente le cornici e lasciare giusto lo spazio per inserire la fotocamera. Su questa direzione si stanno muovendo Samsung per il Galaxy S9, LG per il G7, Apple per l’iPhone X del prossimo anno e anche Huawei per il P11.

Le caratteristiche degli smartphone in uscita nel 2018

Telefonini sempre più prestazionali con schermi più grandi. Queste saranno le linee guida che le aziende stanno seguendo per lo sviluppo degli smartphone che usciranno nel 2018. In linea di massima i top di gamma monteranno un chipset Snapdragon 845, il nuovo processore che Qualcomm è pronta a rilasciare per i primi mesi del 2018. Tra le nuove caratteristiche da segnalare c’è il modem LTE che assicura una velocità di download fino a 1,2Gbps e prestazioni migliori del 25% rispetto allo Snapdragon 835. Il chipset sarà realizzato con un’architettra a 10nm LPE (Low Power Early). Lo Snapdragon 845 avrà anche un micro-processore dedicato esclusivamente all’intelligenza artificiale, che diventerà sempre più importante per il mondo degli smartphone. Qualcomm starebbe lavorando anche su un secondo chipset, dedicato però agli smartphone di fascia media (della serie Snapdragon 6XX): sul nome, però, non ci sono notizie a riguardo. Tornando a parlare dei top di gamma in uscita nel 2018, il chipset Snapdragon 845 sarà accompagnato da almeno 6GB di RAM e 128GB di memoria interna. Qualche azienda oltre a OnePlus potrebbe avventurarsi nel montare fino a 8GB di RAM, che per il momento, però, sono inutili su qualsiasi smartphone.

Per quanto riguarda il comparto fotografico, il prossimo anno vedremo una maggiore integrazione tra sensori fotografici e intelligenza artificiale. Huawei e Apple hanno già lanciato dei device con un processore dedicato esclusivamente all’intelligenza artificiale e nel prossimo anno lo avranno tutti i top di gamma. Il machine learning permetterà agli smartphone di scattare immagini con una qualità sempre più elevata, soprattutto in situazioni di scarsa luminosità.

Ma la grande novità che potremo vedere sugli smartphone 2018 non riguarda né il comparto fotografico né le prestazioni, bensì il sensore per le impronte digitali. Dopo le tante voci uscite negli ultimi mesi, il prossimo anno vedremo finalmente i primi smartphone con il sensore per lo sblocco posizionato sotto lo schermo. Il primo smartphone a mostrarlo potrebbe essere il Samsung Galaxy S9 (o molto più probabilmente il Note 9), ma ancora non ci sono certezze. Oltre al sensore per le impronte digitali sotto lo schermo, gli smartphone Android integreranno dei sensori 3D per il riconoscimento facciale simile a quello presente sull’iPhone X. Dopo questa introduzione, ecco tutti gli smartphone in uscita nel 2018.

iPhone X 2018

I tre modelli di iPhone X 2018Fonte foto: Curved Labs
I tre modelli di iPhone X 2018

Confermarsi è sempre molto complicato. Il 2018 vedrà l’uscita di quello che gli analisti per il momento chiamano iPhone X 2018 (il nome potrebbe cambiare), la nuova versione del top di gamma di Apple. L’azienda di Cupertino starebbe sviluppando tre nuovi modelli che si differenziano per la grandezza dello schermo: si va dalla versione più piccola con display da 5,8 pollici a quella intermedia con pannello da 6,1 pollici (una novità assoluta), fino all’iPhone X Plus da 6,5 pollici. Per realizzare smartphone con pannelli sempre più grandi, Apple sarebbe già pronta a ridurre ulteriormente le cornici, estremizzando in questo modo il design dello smartphone. Sul prossimo modello dovremo vedere anche dei nuovi sensori fotografici che andranno a migliorare il Face ID e la realtà aumentata. Uscita dell’iPhone X prevista per settembre 2018.

Galaxy S9

Samsung Galaxy S9Fonte foto: Venya Geskin
Samsung Galaxy S9

Il Galaxy S8 ha debuttato sul mercato a marzo di quest’anno. Per vedere il Galaxy S9 probabilmente dovremo aspettare un po’ di meno. Secondo le ultime indiscrezioni, l’azienda sudcoreana sarebbe pronta a lanciarlo già al CES 2018 che si terrà a Las Vegas dal 9 al 12 gennaio. Una mossa inaspettata quella di Samsung, che cercherebbe in questo modo di rispondere prontamente all’uscita dell’iPhone X. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche il Galaxy S9 dovrebbe montare l’ultima versione del chipset Exynos (prestazioni molto simili allo Snapdragon 845) e una doppia fotocamera posteriore. Il nuovo chipset dovrebbe integrare un mini-processore per l’intelligenza artificiale, come hanno già fatto Apple e Huawei. Sotto il profilo del design cambierà poco rispetto al Galaxy S8, molto probabilmente le cornici saranno leggermente ridotte. Verrà lanciata sia la versione “normale” sia quella Plus. Se lo smartphone non verrà presentato durante il CES, il Galaxy S9 sarà sicuramente il protagonista del Mobile World Congress 2018 di Barcellona (fine febbraio – inizio marzo).

LG G7

LG G7Fonte foto: Gadget Arena
LG G7

Probabilmente il G6 non ha ottenuto tutto il successo che avrebbe meritato. Presentato a febbraio durante il Mobile World Congress di Barcellona, è stato il primo smartphone ad avere uno schermo con rapporto d’aspetto di 18:9. Il G7 è chiamato a confermare quanto di buono fatto vedere dal suo predecessore: le cornici saranno sicuramente un po’ più sottili, mentre la fotocamera posteriore avrà nuovamente il sensore grandangolare. Sono ancora poche le informazioni per quanto riguarda il comparto hardware: LG G6 è uscito con lo Snapdragon 821, quindi logica vorrebbe che il G7 monti lo Snapdragon 835, ma l’azienda sudcoreana ha già un dispositivo con questo chipset: il V30. Quindi non sarebbe una sorpresa vedere il G7 con lo Snapdragon 845 supportato da 6GB di RAM e 64GB di memoria interna. Presentazione prevista a fine febbraio durante il Mobile World Congress.

Huawei P11

Huawei P11Fonte foto: Toooajk Ma/Behance
Huawei P11

Il Huawei P10 è stato un po’ offuscato dall’uscita del Samsung Galaxy S8. L’azienda cinese ha cercato di mettere una pezza lanciando il Mate 10, ma per il 2018 è chiamata a rilanciare uno dei suoi smartphone di punta. Il Huawei P11 dovrebbe mostrare molte delle cose già viste sul Mate 10: design borderless e schermo con rapporto d’aspetto di 18:9. Sotto lo schermo troverà posto il Kirin 970 supportato probabilmente da 4GB di RAM. Il comparto fotografico sarà affidato nuovamente a Leica, come accade oramai da un paio di anni. Anche in questo caso l’appuntamento è fissato per fine febbraio al Mobile World Congress.

OnePlus 6

OnePlus 6Fonte foto: Concept Creator
OnePlus 6

L’uscita del OnePlus 5T è stato quasi un colpo di sorpresa. Il OnePlus 5 uscito a giugno ha avuto un buon successo, ma l’azienda cinese ha voluto anticipare i tempi e lanciare prima della fine dell’anno uno smartphone bordeless con schermo 18:9. Questo ha messo in crisi coloro che aspettavano il OnePlus 6 per vedere uno stravolgimento dello smartphone. Cosa aspettarsi quindi per il prossimo smartphone OnePlus? Probabilmente ci saranno solamente dei piccoli miglioramenti: cornici più sottili, schermo con risoluzione QuadHD, 8GB di RAM nella versione “normale” e comparto fotografico migliorato. Nella parte frontale ci potrebbero essere dei sensori 3D per migliorare il riconoscimento facciale. Chipset? Snapdragon 845. Per vedere il OnePlus 6 bisognerà aspettare il 2018.

Nokia 9 e Nokia 10

Nokia 9Fonte foto: Web
Nokia 9

Il 2017 ha rappresentato l’anno del ritorno di Nokia sul mercato degli smartphone. Come normale che fosse, l’hype generato è stato molto alto e il mercato ha accolto positivamente i nuovi telefoni dell’azienda finlandese. Per il 2018 ci si aspetta che Nokia lanci sul mercato almeno un altro paio di modelli, tra cui due top di gamma. Il primo è il Nokia 9, evoluzione del Nokia 8 da cui riprende gran parte della scheda tecnica, con l’unica differenza che lo schermo sarà da 5,5 pollici. Il Nokia 9 dovrebbe essere lanciato nei primi mesi del 2018. Verso metà anno, invece, dovrebbe fare il suo debutto il Nokia 10, smartphone dalle caratteristiche sicuramente più interessanti, a partire dal comparto tecnico: Snapdragon 845, 6GB di RAM e 64GB di memoria interna. Per il suo flagship, l’azienda finlandese dovrebbe montare uno schermo con rapporto d’aspetto 18:9 e con cornici molto sottili. Nella parte posteriore ci sarà una doppia fotocamera che vedrà la collaborazione dell’azienda tedesca Carl Zeiss.

Samsung Galaxy Note 9

Samsung Galaxy Note 9Fonte foto: Venya Geskin
Samsung Galaxy Note 9

Se il Samsung Galaxy 9 potrebbe essere una sorta di smartphone di transizione, il Note 9 potrebbe avere molte nuove funzioni che l’azienda sudcoreana svilupperà da qui fino a fine agosto 2018, quando il device probabilmente verrà presentato. Mettendo da parte il comparto hardware (chipset Exynos, 6GB di RAM e 64GB di memoria interna), la grande novità potrebbe essere il sensore per le impronte digitali nascosto sotto lo schermo. Il Note 9 ha ottime probabilità di essere uno dei primi smartphone a utilizzare questa soluzione. Grandezza dello schermo compresa tra i 6.3-6.5 pollici.

Google Pixel 3

Google PixelFonte foto: Web
Google Pixel

Della lista degli smartphone più attesi del 2018, il Google Pixel è molto probabilmente quello che uscirà più tardi. Come accade da oramai da qualche anno l’azienda di Mountain View lancia i suoi telefonini nel mese di ottobre. Il Pixel 3 potrebbe uscire in tre diverse versioni, che si differenziano per la grandezza dello schermo. Potrebbe essere confermato il modello con design “classico” (come il Pixel 2) affiancato da due smartphone borderless (uno come il Pixel 2 XL e uno con schermo più grande). L’hardware dovrebbe basarsi sul chipset Snapdragon 845 accompagnato da 4/6GB di RAM e da 64/128GB di memoria interna. Sui modelli premium probabile la presenza di una doppia fotocamera posteriore (prima volta per i Google Pixel).

Smartphone pieghevoli

Gli smartphone pieghevoli meritano un discorso a parte. Li vedremo nel 2018? È ancora presto per dirlo, le indiscrezioni sono contrastanti e molto probabilmente bisognerà aspettare il 2019. Per il momento le aziende più avanti nel progetto sono Samsung, Huawei, LG e Apple.

Samsung Galaxy XFonte foto: ConceptPhone
Samsung Galaxy X

L’azienda coreana ha fatto trapelare che lo smartphone pieghevole verrà denominato Galaxy X e vedrà la luce nel 2019. Online sono apparsi diversi rendering e Samsung ha ottenuto anche alcuni brevetti dall’Ufficio statunitense che attestano il lavoro che l’azienda sta facendo per far uscire al più presto il Galaxy X.

Anche Huawei, per voce dell’amministratore delegato dell’azienda, ha annunciato di aver pronto già un prototipo dello smartphone pieghevole. Ma ci sono ancora dei problemi per quanto riguarda l’ottimizzazione del secondo schermo. Uscita prevista tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019.

Apple ed LG stanno lavorando su un dispositivo flessibile. Insieme. Infatti, l’azienda di Cupertino utilizzerebbe i pannelli flessibili realizzati dall’azienda sudcoreana per il suo smartphone pieghevole. Alcuni rumor parlano dell’uscita dell’iPhone X Plus con schermo flessibile già nel 2018, ma sembra molto difficile che Apple sia già pronta per un cambio così importante. Quindi tutto rinviato al 2019? Molto probabile.

Contenuti sponsorizzati