ios-11.3 Fonte foto: Apple
APPLE

IOS 11.3, le novità e cosa cambia

Apple ha rilasciato per tutti gli utenti l’aggiornamento a iOS 11.3: novità per quanto riguarda lo stato di salute della batteria e le app in realtà aumentata

30 Marzo 2018 - È cominciato il rilascio ufficiale di iOS 11.3, uno degli aggiornamenti più importanti degli ultimi anni del sistema operativo mobile di Apple. Dopo un lungo periodo di “gestazione”, può essere finalmente essere installato su tutti i dispositivi supportati da iOS 11.

L’aggiornamento porta con sé alcune novità molto attese dagli utenti, tra cui una migliore gestione della batteria. Nei mesi passati era scoppiato il caso sui presunti rallentamenti dei vecchi iPhone a causa delle batterie che non erano più in grado di supportare le prestazioni dei dispositivi. Apple aveva introdotto con iOS 10 una funzione per la gestione energetica del dispositivo che portava le prestazioni dello smartphone a diminuire a seguito dell’invecchiamento della batteria, in modo da prevenire spegnimenti improvvisi. Su iOS 11.3 è stata introdotta la possibilità di disattivare questa funzione. Ma le novità non finiscono qui: le app in realtà aumentata si arricchiscono con la possibilità di far prendere vita a poster e cartelloni pubblicitari. I possessori dell’iPhone X, invece, avranno la possibilità di utilizzare quattro nuovissime Animoji: leone, orso, drago, teschio.

Gestione della batteria

Le accuse piovute su Apple alla fine dello scorso anno per il rallentamento degli iPhone più vecchi ha costretto l’azienda di Cupertino di correre ai ripari al più presto. Con iOS 11.3 gli utenti avranno maggiore libertà nella gestione energetica del proprio dispositivo. Se in passato lo smartphone decideva in autonomia di diminuire le prestazioni quando la batteria cominciava a perdere di potenza, ora saranno gli utenti a scegliere se disattivare questa funzione. Per farlo basterà entrare in Impostazioni, premere su Batteria e controllare se la funzione è attiva. Questo strumento è disponibile su iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone SE, iPhone 6s, iPhone 6s Plus, iPhone 7 e iPhone 7 Plus.

Cosa cambia per le app AR con iOS 11.3

L’altro fronte su cui si è concentrata Apple sono le applicazioni AR, novità introdotta con iOS 11. Con l’aggiornamento a iOS 11.3 la realtà aumentata diventerà ancora più utile e si doterà di tecniche avanzate per far prendere vita a poster o ai quadri di un museo. Inoltre, la fotocamera è stata potenziata e garantisce una risoluzione migliore del 50% e supporta l’autofocus per una prospettiva più nitida.

Anche le Animoji, le maschere in realtà aumentata con le quali creare dei video divertenti da condividere con i propri amici sulle app di messaggistica istantanea, riceveranno un piccolo aggiornamento. Verranno aggiunte quattro nuove maschere da poter utilizzare: leone, orso, drago e teschio.

Cosa cambia per dati e privacy

La protezione dei dati dei propri utenti è sempre stato uno dei punti su cui Apple ha puntato maggiormente. E anche a seguito dello scandalo “Cambridge Analytica” che ha colpito Facebook ha voluto introdurre con iOS 11.3 delle nuove informazioni che permettono agli utenti di capire con ancora maggiore facilità come potrebbero essere utilizzati i loro dati personali.

Novità non disponibili in Italia

Con iOS 11.3 arrivano anche altre due funzioni, che, però, per il momento non saranno disponibili in Italia. Stiamo parlando di Business Chat e di Health Records.

Business Chat è una nuova funzione di iMessage che permette di comunicare direttamente con le aziende e di pagare i prodotti con Apple Pay. Quando si cercherà un negozio o un hotel su Spotlight (la funzione ricerca del Mac), su Safari o su Mappe, gli utenti avranno anche la possibilità di contattare l’azienda direttamente dall’app Messaggi. Un servizio che sfida WhatsApp Business. Per il momento Business Chat è disponibile negli Usa e in versione beta in Canada.

Health Records, invece, è una funzione che permette ai pazienti di quaranta strutture sanitarie statunitensi di avere i propri dati medici direttamente sull’iPhone. In questo modo si avrà sempre a portata di mano la propria cartella sanitaria che potrà essere consultata in caso di bisogno.

Contenuti sponsorizzati