samung-galaxy-a9-2018
ANDROID

Perché il Galaxy A9 ha 4 fotocamere posteriori

Samsung ha annunciato il nuovo medio gamma Galaxy A9 2018, il primo telefono dell'azienda con quattro fotocamera posteriori, ecco come sarà e quanto costa

11 Ottobre 2018 - Già se ne parlava da alcune settimane, ma ora che la presentazione del dispositivo è avvenuta, è tutto confermato: il Samsung Galaxy A9 è il primo smartphone al mondo con ben 4 fotocamere posteriori. Un bel passo in avanti per la casa produttrice sudcoreana, che solo da un paio di anni aveva introdotto il sistema a doppia fotocamera nei suoi dispositivi di punta.

La scelta di dotare di quattro fotocamere un dispositivo di gamma medio-alta, invece, si inserisce all’interno della nuova strategia commerciale annunciata a fine estate 2018 dai vertici Samsung. Dalla seconda metà dell’anno in poi, infatti, novità solitamente riservate ai dispositivi top di gamma saranno introdotte prima a bordo dei dispositivi di fascia media, così da contrastare la concorrenza degli smartphone in arrivo dalla Cina (vedi Huawei, Honor e Xiaomi, tanto per fare tre esempi).

Perché il Galaxy A9 ha 4 fotocamere?

Le 4 fotocamere del Galaxy A9 e le loro funzioniFonte foto: Evan Blass - Twitter
Le 4 fotocamere del Galaxy A9 e le loro funzioni

Stando alle prime informazioni emerse dall’evento di presentazione di Samsung, l’azienda sudcoreana avrebbe progettato un sistema con quattro diverse fotocamere ognuna con un compito ben preciso. Il sensore principale sarà da 24 megapixel, con un apertura focale 1.7 estremamente luminoso. Poi troviamo un obiettivo per la profondità di campo da 5 megapixel che permetterà di fare foto con effetto bokeh (lo sfondo sfocato, indispensabile per foto in modalità ritratto). Il terzo sensore è da 10 megapixel con la possibilità di eseguire zoom ottici 2X. Infine abbiamo un quarto sensore grandangolare da 8 megapixel con angolo di visione da 120°. Se parliamo di varietà dei sensori si tratta di uno dei comparti fotografici con più funzioni e completo in generale tra tutti gli smartphone presenti ora in commercio.

Comparto fotografico Samsung Galaxy A9

Come detto, sulla carta il Galaxy A9 di Samsung è lo smartphone con il reparto fotografico più completo sul mercato della telefonia mobile, attenzione completo non in termini di qualità degli scatti realizzati ma in base alle diverse funzioni che un utente può usare con questo sistema di quattro sensori. Le fotocamere del Galaxy A9 sono disposte in maniera verticale e supportate da un Flash LED. Pensiamo per esempio che grazie ai diversi sensori il nuovo medio gamma Samsung ha 19 modalità di miglioramento dell’immagine. Ogni modalità offre impostazioni personalizzate per cibo, paesaggi, ritratti, piante, scene notturne e molto altro ancora. Il telefono rileva anche quando un soggetto è sfocato, il che impedirà in automatico di scattare foto di pessima qualità.

Samsung Galaxy A9: caratteristiche tecniche

Il Galaxy A9 ha uno schermo SUPER AMOLED da 6,3 pollici con una risoluzione di 2,220 x 1,080 e un rapporto di aspetto 18: 9. Ha un sensore per le impronte digitali montato lateralmente e il jack per le cuffie da 3,5 millimetri. A bordo troviamo il processore di Qualcomm lo Snapdragon 660 octa-core. Due le opzioni di RAM da 6 o 8GB. Mentre sono 128 i GB di memoria interna standard espandibile comunque tramite microSD fino a 512GB. La batteria è da 3.800 mAh con ricarica rapida. Il telefono non arriverà sul mercato con Android 9 Pie ma con Android 8.1 Oreo.

Samsung Galaxy A9: prezzo e disponibilità

Il nuovo medio gamma di Samsung arriverà sul mercato a partire da metà novembre 2018 nelle colorazioni Caviar Black, Lemonade Blue e Bubblegum Pink. In Europa il Gaalxy A9 2018 costerà 599 euro.

Contenuti sponsorizzati