Riavvio Android
HOW TO

Perché lo smartphone si riavvia sempre e cosa fare

Alle volte il nostro smartphone Android può riavviarsi senza un apparente motivo, ecco le principali cause di questo inconveniente e come risolverlo

Difficile che capiti, ma non per questo è possibile escluderlo a priori. Che sia per un problema hardware o per una bug software, può capitare che lo smartphone si riavvii in continuazione, senza apparente motivo. E, soprattutto, senza che possiamo fare nulla. Almeno apparentemente.

Risolvere il problema dei continui riavvii dello smartphone Android, infatti, è possibile. A patto che si riesca in qualche modo a individuarne la causa (o le cause) scatenante: in questo modo si potrà capire, a grandi linee, quali sono le possibili linee di intervento e metterle in atto le adeguate contromisure. Nel caso in cui si riesca nell’impresa, si potrà risolvere il problema alla radice e interrompere così i continui riavvi del dispositivo Android. Se, invece, non si avrà questa fortuna (o abilità, dipende dai punti di vista) si dovrà necessariamente ricorrere alle “cure” di un centro assistenza specializzato.

Perché lo smartphone continua a riavviarsi

Il motivo per cui uno smartphone Android si riavvia da solo può dipende da numerose cause. Alcune davvero banali, come per esempio il malfunzionamento del tasto d’accensione a causa di una cover inserita male o troppo piccola rispetto alle dimensioni del nostro telefono. Mentre altre sono cause più gravi e che vanno risolte con particolare rapidità. Il riavvio automatico può infatti essere dettato da un malware che ha infettato il nostro smartphone oppure da un eccessivo surriscaldamento della batteria. Se da giorni il nostro smartphone si riavvia senza un motivo per diverse volte al giorno però non dobbiamo pensare di sostituirlo. Potrebbe essere sufficiente un’intuizione per riavere uno telefonino perfettamente funzionante.

Applicazioni che causano continui riavvii

Alcune applicazioni possono causare dei bug sul nostro smartphone e costringere Android a numerosi riavvii. Per evitare che le app causino dei problemi sul nostro telefono assicuriamoci di avere installato sul nostro Android solo i programmi che utilizziamo quotidianamente. Vecchi giochi o app usate al massimo un paio di volte non fanno altro che intasare la nostra memoria interna e rallentare lo smartphone. Conviene disinstallarli. Inoltre è importante aggiornare costantemente le nostre applicazioni all’ultima versione disponibile su Play Store. In questo modo eviteremo rallentamenti dovuti da incompatibilità.

Attenzione alle app bloatware che cancelli o disattivi

Una delle grane dei device Android è che quando compriamo un nuovo telefono possiamo trovare installate numerose bloatware: applicazioni di dubbia utilità per le quali non è richiesta l’installazione da parte dell’utente. In pratica, sono le app preinstallate sul nostro smartphone che occupano memoria e che spesso non possiamo cancellare anche se non le usiamo mai. Alle volte gli utenti cercando di disinstallarle creano dei bug sul sistema. Se per errore disattiviamo un’app di sistema infatti è molto probabile che alcune funzioni del nostro telefono smettano di essere attive. E questo significa rallentamenti e riavvii improvvisi. Se abbiamo disattivato un’applicazione di sistema provando a disinstallare un’app Google che non ci interessava non ci resta altro da fare che riattivare i servizi bloccati e verificare che il telefono torni a funzionare a regime.

La batteria può causare continui riavvii

Ormai gli smartphone con batteria sostituibile si contano sulle dita di una mano ma se possediamo uno di questi telefoni Android e notiamo dei continui riavvii è possibile che la causa sia la batteria stessa. Se il vano per la batteria ha subito dei danni oppure se la batteria ha iniziato a difettare e surriscaldarsi è possibile che il nostro Android si spenga e si riaccenda senza un apparente e valido motivo. In questo caso la soluzione è la sostituzione della batteria (importante farlo con una originale e compatibile).

Attento alla cover

Lo abbiamo detto all’inizio alle volte la causa dei riavvii su Android è davvero banale, per esempio una cover inserita male può causare riavvii e continui spegnimenti. Ma anche dei malfunzionamenti con l’audio, visto che i tasti + e – si trovano quasi sempre lateralmente su tutti i device del robottino. Discorso più complicato se il tasto di accensione si è rotto a causa di un colpo, della troppa sporcizia o per dell’acqua (se il nostro smartphone non è impermeabile). In questo caso più sfortunato dovremo recarci in un centro d’assistenza per far riparare il telefono.

 

Contenuti sponsorizzati