smartphone valore SAR Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Pericolo radiazioni, quali smartphone sono più dannosi per la salute

Ogni telefono ha un valore SAR che indica le onde elettromagnetiche emesse che possono essere pericolose per la salute, ecco gli smartphone più inquinanti

2 Ottobre 2018 - Al giorno d’oggi passiamo la maggior parte delle nostre giornate con lo smartphone in mano. Oltre a poter danneggiare la nostra vista,l’uso eccessivo dei telefoni cellulari può esporre il nostro corpo a un elevato tasso di radiazioni con effetti ancora tutti da dimostrare per la nostra salute.

Le radiazioni emesse dagli smartphone sono indicate con il valore SAR. Ogni telefono ha un proprio valore SAR, che indica quanto il dispositivo può esporre il nostro corpo alle radiazioni delle onde elettromagnetiche. Nel mondo della telefonia moderna la maggior parte degli smartphone ha delle onde comprese tra i 450 e 2100 MHz. Il valore SAR nello specifico indica l’energia assorbita dal corpo umano quando esposta a delle onde radio e si calcola in unità di potenza per massa (W / kg). Il problema principale per i produttori è che ogni nazione ha una propria soglia massima per il valore SAR di uno smartphone. Non c’è un limite standard univoco. In Europa il limite è di 2 W / kg in un campione di 10 grammi di tessuto umano. Negli Stati Uniti il valore deve essere inferiore o pari a 1,6 W / Kg.

Smartphone cinesi

Proprio per una mancata universalità nel limite massimo di valore SAR degli smartphone nel tempo i telefoni più “inquinanti” sono spesso stati considerati quelli cinesi. In parte è vero, anche se va detto che nel tempo i vari produttori di cinafonini hanno migliorato i propri device abbassando il valore SAR dei propri smartphone per adattarsi ai limiti statunitensi ed europei. Ancora oggi i telefoni cellulari cinesi sono tra quelli con valore SAR più alto. Per esempio il Mi A1 di Xiaomi ha un valore SAR di 1,75 watt/Kg, che è molto vicino al massimo di 2 W/Kg imposto dall’Europa. Va detto comunque che non tutti i telefoni di Xiaomi hanno un alto valore di SAR. Il Mi A2, per citarne uno, ha SAR pari a 0,963 watt/kg e il Mi8 scende ancora a 0,7 W/Kg. Valori alti anche per OnePlus 5T con SAR di 1,68 W/Kg. E Huawei invece? Tra gli smartphone di questo produttore il più “radioattivo” è il Mate 9 (1,64 W/Kg). Va detto che Huawei nell’ultimo anno ha ridotto di molto il SAR dei suoi top di gamma, per esempio il P20 e il P20 Pro hanno valore di 0,75W/Kg. Stesso discorso anche per Honor, il digital brand di Huawei nell’ultimo anno visto il boom di vendite in Europa ha notevolmente abbassato il valore SAR come dimostra il valore di 0,79 W/Kg dell’Honor 10.

Tra gli smartphone con valore SAR peggiore di sempre troviamo molti Huawei e HTC. Questa è la top tre dei telefoni cellulari più “inquinanti” al mondo:

1) Huawei Mate 8 (1,94 watt/kg)
2) Huawei Mate S (1,94 watt/kg)
3) HTC One Max (1,86 watt/kg)

Quanto sono radioattivi gli iPhone?

I nuovi iPhone di Cupertino, iPhone Xs e iPhone Xs Max, hanno un valore SAR di 0,99 Watt/Kg. Anche Apple così come altri produttori negli ultimi anni ha ridotto notevolmente il valore SAR. Basti pensare che iPhone 7 aveva un valore SAR di 1,38 W/kg. Mentre l’iPhone X del 2017 aveva come i top di gamma di Cupertino di quest’anno un valore di 0,99 W/Kg.

Samsung ha ridotto notevolmente il valore SAR

Samsung, insieme a Google (0,66 W/Kg per i suoi Pixel), è tra i produttori più virtuosi, nel senso che realizzano smartphone che emettono poche onde elettromagnetiche. Il Galaxy J5 ha SAR pari a 0,45 watt/kg, ancora meglio fanno i top di gamma Galaxy s9 (0,369 watt/kg) e s9+ (0,294). Ma il record tra i produttori sudcoreani è per LG, il G7 ha infatti valore SAR di solo 0,244 W/Kg.

In ogni caso per evitare un esposizione prolungata alle onde elettromagnetiche il consiglio è quello di effettuare delle chiamate con un auricolare o con una cuffia bluetooth. L’esposizione maggiore infatti si ha durante le chiamate con dispositivo appoggiato al nostro orecchio. Evitiamo inoltre di tenere vicino a noi lo smartphone quando non lo usiamo. Per esempio non portiamolo in tasca mentre siamo in giro. Meglio tenerlo in una borsa o in uno zaino. Infine quando ci addormentiamo non mettiamo il telefono nel comodino vicino alla nostra testa o peggio ancora sotto il cuscino.

Contenuti sponsorizzati