digital-trasformation Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

PMI, le caratteristiche della trasformazione digitale

Per le piccole e medie imprese che intendono iniziare il loro percorso di digitalizzazione ci sono tre aspetti da base da tenere in considerazione e da seguire

Il mercato al giorno d’oggi pretende dalle aziende e dalle PMI che conoscano il mondo delle nuove tecnologie per iniziare questa trasformazione che porti l’impresa verso la digitalizzazione. I costi all’inizio potranno essere elevati, ma sul lungo periodo si riuscirà a guadagnare e ad aumentare i ricavi dell’azienda.

Ci sono tre pilastri da seguire per portare la propria piccole e media impresa a un nuovo livello. Stiamo parlando di investire in: semplicità, affidabilità e convenienza. Possono sembrare concetti troppo astratti e difficili da mettere realmente in pratica ma in realtà sono le stesse attitudini che un’azienda mette alla base del proprio lavoro quotidiano, anche se non ha mai sfruttato in maniera importante le nuove tecnologie. Nella fase della digitalizzazione è importante applicare questi tre semplici concetti. Vediamo come è possibile applicarli al nuovo contesto dell’industria 4.0.

Semplicità

La maggior parte delle PMI non è in grado di utilizzare sistemi tecnologici troppo complessi e quindi tende a ignorarli e a non inserirli nel proprio processo produttivo. Se la nostra azienda è tra queste il consiglio principale è quello di adottare delle nuove tecnologie che siamo in grado di padroneggiare oppure di pensare di assumere, se possibile, o di formare una figura professionale adatta. Per fortuna nell’industria 4.0 esistono diverse soluzioni pensate esclusivamente per le PMI, dai macchinari intelligenti alla consulenza e al supporto produttivo.

Affidabilità

L’industria 4.0 è stata lodata da tutti poiché riesce a diminuire notevolmente i costi per le aziende. Secondo i primi calcoli si stima un risparmio di circa 7,500 euro al minuto. Per iniziare a risparmiare con la nostra PMI è fondamentale che le soluzioni tecnologiche scelte siano affidabili e sicure. E come abbiamo ricordato più volte il tema della sicurezza informatica legato all’industria 4.0 risulta fondamentale. Bisogna dunque pensare a dei sistemi produttivi che abbiano una soluzione per la protezione dei dati e per il monitoraggio e la diagnosi dei macchinari. Senza dimenticare la formazione dei dipendenti.

Convenienza

Chiudiamo con l’aspetto che forse più di altri interessa alle PMI: la convenienza. L’interesse principale per diverse aziende sta nella riduzione dei costi e delle spese. Per questo prima di effettuare un investimento nell’industria 4.0 è necessario capire di cosa la nostra azienda ha bisogno. Per evitare di compiere delle spese inutili. Bisogna pensare a delle soluzioni flessibili, che crescono (anche in termini di investimenti) man mano che il nostro business migliora. Risulta, infine, fondamentale, almeno all’inizio, capire bene come muoversi per ottenere dei finanziamenti, regionali, nazionali o europei.

 

Ti raccomandiamo