app-facebook-dati Fonte foto: Vasin Lee / Shutterstock.com
HOW TO

Quali applicazioni di Facebook hanno accesso ai tuoi dati

Per utilizzare alcune applicazioni e giochi presenti all’interno di Facebook siamo obbligati a fornirgli i nostri dati personali. Esponendoci a dei pericoli

9 Dicembre 2017 - Da quanto tempo siete iscritti a Facebook? Sei, sette, dieci anni? In questo periodo di tempo avete sicuramente vissuto in prima persona i tanti cambiamenti occorsi alla piattaforma social sia dal punto di vista grafica sia delle funzionalità.

Fino a un paio di anni fa erano molto diffuse le applicazioni presenti all’interno di Facebook. Un esempio? Tutti quei quiz che fornivano una risposta a domande del tipo “Che giocatore di Serie A sei?”, “Che personaggio di un film sei?”, “Chi eri nel passato?”. Applicazioni molto utilizzate fino a un paio di anni fa, ma che negli ultimi tempi hanno perso d’appeal. In molti, però, dimenticano una cosa fondamentale: queste applicazioni per funzionare richiedevano l’accesso alle nostre informazioni personali. E anche se non le utilizziamo, stiamo ancora condividendo con loro i nostri dati di Facebook, che nella maggior parte delle volte combaciano con i dati personali.

Cosa fare? Cancellare l’account di Facebook in modo da essere certi che nessuno stia rivendendo a terze parti le nostre informazioni? Certo che no. Facebook ci dà l’opportunità di togliere alle applicazioni che non utilizziamo più i permessi concessi negli anni passati. Il procedimento è davvero molto semplice e bastano cinque minuti per tornare in possesso dei propri dati di Facebook. Ecco come scoprire quali applicazioni di Facebook hanno accesso ai tuoi dati.

Come bloccare le autorizzazioni ai giochi di Facebook

La prima cosa da fare per tornare in possesso dei propri dati di Facebook è prendere in mano lo smartphone e lanciare l’applicazione del social network.

A questo punto, se avete uno smartphone Android, dovete premere sull’icona con tre linee verticali in alto a sinistra e scorrere in basso fino a incontrare la voce “Impostazioni account”. Una volta entrati all’interno di questa sezione dovete premere su App e successivamente su “Accesso effettuato con Facebook”. Si aprirà una lista di tutte le applicazioni e siti Web con cui abbiamo condiviso i nostri dati personali di Facebook. Su iOS il procedimento è molto simile: dopo essere entrati all’interno del menù dell’app, bisogna premere su “Impostazioni” e poi su “Impostazioni Account”. A questo punto si dovrà toccare su App e poi su “Accesso effettuato con Facebook” e avremo davanti ai nostri occhi la stessa lista mostrata sugli smartphone Android. Da questo punto in poi i passaggi da seguire sono identici sia su smartphone Android sia sull’iPhone.

Una volta che si ha la lista delle applicazioni la si dovrà analizzare per capire quali sono quelle che non si utilizzano più. Una volta individuate ci si dovrà premere sopra per vedere quali sono i dati condivisi. Se le riteniamo inutili possiamo scorrere verso il basso e premere sul bottone “Rimuovi applicazione”, in questo modo saremo sicuri che non avranno più accesso ai nostri dati personali.

Completato questo passaggio, sarà necessario tornare alla sezione “App” per disattivare un’altra impostazione molto importante per la propria privacy: App usate dagli altri. Si tratta di una funzionalità che permette alle applicazioni, giochi e siti Web utilizzati dai nostri amici di venire in possesso dei nostri dati personali. Per disattivarla basta premere su “App usate dagli atri” e togliere tutte le spunte dalla lista che ci verrà mostrata sullo smartphone.

Come abbiamo visto si tratta di passaggi molto semplici da fare con il proprio smartphone, ma che permettono di mettere in “salvo” i nostri dati personali presenti su Facebook.

Contenuti sponsorizzati