511595cb5f9175c7d17f3741e1a0ab16.jpg Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Realtà virtuale aiuta scienziati isolati

Servirà anche per i futuri astronauti

(ANSA) – SYDNEY, 12 OTT – Il personale scientifico della base antartica australiana di Mawson ha iniziato a usare con successo la realtà virtuale par aiutare ad affrontare i mesi di isolamento, in un progetto di ricerca che potrà essere usato per gli astronauti del futuro. L’Australian Antarctic Division sta collaborando con il Dartmouth College del New Hampshire in Usa per studiare come la realtà virtuale può aiutare a mantenere la salute mentale. Il medico capo dell’Antarctic Division, Jeff Ayton, scrive sul sito dell’ente che una missione in Antartide è simile a una spedizione spaziale. “L’Antartide è un ambiente isolato, confinato ed estremo, dove il confinamento è tra i più lunghi al mondo. Nella stazione Mawson passano fino a nove mesi prima che si possa uscire e il personale soffre di reale in isolamento e in condizioni rischiose”. Le scene di realtà virtuale sono di spiagge australiane, di ambienti naturali e urbani in Europa e in Nord America.

Contenuti sponsorizzati