robot-droni Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

Robot e droni nell'Industria 4.0

Droni e robot avranno un ruolo fondamentale nell'Industria 4.0, ma sarà fondamentale per le PMI investire nella sicurezza dei dispositivi

Da diversi anni ormai le macchine hanno conquistato le fabbriche e le industrie. Ma con l’avvento dell’Industria 4.0 i dispositivi elettronici utilizzati per la produzione di oggetti e componenti si moltiplicheranno in maniera significativa. Un ruolo molto importante lo avranno anche droni e robot.

Iniziamo con il dire che quando parliamo di droni e robot non dobbiamo pensare ai dispositivi che al momento vediamo in commercio. Queste macchine pensate per l’industria si differenziano per materiali e funzioni rispetto a quelle che troviamo sugli scaffali dei negozi di tecnologia. I droni per le PMI e le aziende, per esempio, hanno particolari caratteristiche che permettono il loro funzionamento in zone inaccessibili per l’uomo. Così come la maggior parte dei robot è molto più grande di quanto possiamo immaginarci e nulla hanno a che fare con i piccoli macchinari intelligenti per la casa.

Droni industriali

Nell’Industria 4.0 i droni verranno utilizzati soprattutto nei settori dell’energia, dei trasporti e nell’ingegneria civile. Usare un drone industriale però non è così semplice per una PMI. Per regolamento europeo infatti bisogna attenersi a diverse linee da seguire. Soprattutto sul peso e sulla zona di volo. E il discorso si complica quando il drone deve agire in situazioni molto particolari, come aree soggette a calamità naturali o contaminate da sostanze chimiche. Inutile dire che per poter manovrare un drone industriale serve una patente speciale.

Per questo motivo esistono diversi livelli che identificano i droni a seconda delle loro caratteristiche. Nei lavori di livello 1 il drone deve possedere un GPS, un sensore di velocità e una videocamera. Nel livello 2 sono necessari un controllo di volo e uno stabilizzatore, oltre a un ricevitore video e uno per i dati di telemetria. Nel livello 3 il drone deve possedere il controllo da remoto tramite PC o smartphone. E così via. Qual è il problema principale di questi dispositivi volanti? La sicurezza. Purtroppo i sistemi di comunicazione dei droni al momento sono facili da manomettere. Sono già stati registrati diversi casi di hacker che hanno fatto precipitare dei velivoli causando non pochi problemi di ordine pubblico. Per proteggere il nostro drone è fondamentale cambiare la password impostata di default inserendone una complessa e usare un sistema di crittografia come WPA2.

Robot industriali

I robot ultimamente, anche grazie all’intelligenza artificiale, stanno diventando sempre più autonomi. E per questo sono tra i macchinari più importanti per lo sviluppo definitivo dell’Industria 4.0. L’interazione tra uomo e macchina sarà fondamentale per permettere ai dipendenti di svolgere al meglio il proprio compito, anche se il tema della perdita dei posti di lavoro rimane sempre attuale. Anche i robot però hanno il grande problema della sicurezza informatica. Anche in questo caso, come con la maggior parte delle nuove tecnologie, per le PMI che sarà fondamentale prevenire qualsiasi tipo di attacco informatico.

Contenuti sponsorizzati