seo-ecommerce Fonte foto: Shutterstock
PMI E INDUSTRIA 4.0

SEO ed e-commerce: come aumentare le vendite del proprio sito

Per aumentare il fatturato i prodotti presenti sul nostro e-commerce devono essere ben posizionati sui motori di ricerca: ecco alcuni consigli da sfruttare

13 Ottobre 2017 - Scegliere di aprire un e-commerce è una scelta importante per qualsiasi azienda: nell’immediato è un investimento che va a impattare sul bilancio dell’impresa, ma una volta avviato e correttamente promosso può portare nel giro di qualche tempo a un aumento importante del fatturato.

Il successo di un e-commerce si basa su diversi fattori: l’usabilità del sito, la quantità dei prodotti, prezzi competitivi, sito responsive (che si adatta automaticamente allo schermo del dispositivo che stiamo utilizzando), spedizioni rapide e servizio clienti sempre attivo. Come ultimo fattore, ma non meno importante c’è la SEO, acronimo di Search Engine Optimization, ovvero le strategie e le tecniche messe in campo per far apparire i contenuti del sito internet nelle prime posizioni sui motori di ricerca. Per un e-commerce la SEO è veramente molto importante: gli utenti quando devono effettuare un acquisto ricercano il prodotto sui motori di ricerca e nella maggior parte delle volte comprano dal negozio presente nella prima posizione nei risultati di ricerca.

Per portare avanti una buona strategia SEO per l’e-commerce è necessario seguire alcune regole che permettono di ottimizzare al meglio il sito e di ottenere dei risultati nel minor tempo possibile. Ad esempio, non si può prescindere dallo scrivere delle buone schede prodotto, rispondendo alle richieste degli utenti. Usare le giuste keywords (parole chiave) può fare la differenza tra l’essere in prima o in sesta posizione sui risultati del motore di ricerca. Ecco alcuni consigli da seguire per ottimizzare il proprio e-commerce e aumentare le vendite.

Utilizzare un tema responsive

Uno dei fattori che i motori di ricerca tengono in considerazione per posizionare un sito internet è il tipo di tema utilizzato. Con l’uso sempre maggiore di smartphone e tablet, è molto importante che l’utente riesca a utilizzare il sito anche mentre naviga da mobile. Per questo motivo l’utilizzo di temi responsive, cioè che si adattano automaticamente allo schermo del dispositivo che si sta utilizzando, è diventato fondamentale per chi vende on-line.

Per la stessa ragione Libero Pages, il servizio di Italiaonline che consente di trasformare gratuitamente la pagina Facebook in sito internet, mette a disposizione dei propri utenti solo temi responsivi a cui poter agganciare un negozio on line acquistando un piano a pagamento davvero conveniente.

Utilizzare le giuste parole chiave

Come detto in precedenza, utilizzare le giuste keyword nelle schede prodotto fa la differenza nel posizionamento del proprio e-commerce. Quando si deve inserire un nuovo oggetto è necessario effettuare una ricerca delle parole chiave collegate e scegliere quelle più popolari di modo tale da aumentare la probabilità di comparire nei risultati associati a quelle ricerche. È un lavoro impegnativo se fatto bene ma che assicura un grande ritorno economico. Per rendere più semplice la ricerca delle keyword da usare all’interno del sito si può far affidamento ad alcuni tool gratuiti: Google Keyword Planner, Answer The Public e Keyword Tool sono tra i più utilizzati.

Le parole chiavi devono essere presenti non solo nel titolo e nella descrizione che accompagna il prodotto in vendita, ma anche nella meta description (il breve riassunto che vediamo comparire sotto il titolo di una pagina nella lista dei risultati di Google), nel nome della foto e nella URL del sito.

Content is the king

Per posizionare un e-commerce sui motori di ricerca i contenuti sono molto importanti, in particolar modo le schede prodotto. Non avendo un contatto diretto con l’utente, la descrizione del prodotto è il modo in cui l’azienda “parla” con il possibile cliente. Ma se la scheda del prodotto è incompleta o totalmente assente, l’utente uscirà dal sito e si rivolgerà a un altro e-commerce. Per questo motivo nella scheda del prodotto non possono mancare i tempi di spedizione, i metodi di pagamento, la disponibilità, i termini di garanzia, una foto dell’oggetto, una descrizione personalizzata (i motori di ricerca penalizzano i duplicati) e qualsiasi altra informazione che possa convincere l’utente ad acquistare. Verificare anche che le informazioni siano sempre aggiornate.

Altro fattore che aiuta ad aumentare le vendite sono le recensioni positive degli altri utenti, che testimoniano la bontà del nostro prodotto e l’affidabilità dell’azienda.

Analizzare i competitor

Per capire come migliorare sotto il punto di vista SEO il proprio negozio digitale è necessario analizzare anche cosa fanno i propri competitor. Se per le parole chiave che ci interessano siamo posizionati sempre alle spalle dello stesso sito di e-commerce, dovremo studiare la sua strategia SEO e capire in cosa è migliore rispetto alla nostra. Per effettuare l’analisi dei competitor si può far affidamento a uno dei tanti tool SEO disponibili sul mercato.

Velocità del sito web

Un altro fattore di posizionamento tenuto molto in considerazione dai motori di ricerca è la velocità del sito web. Quando un utente accede su un e-commerce spera che il sito venga caricato entro un paio di secondi, altrimenti uscirà dal negozio digitale e cercherà di effettuare l’acquisto da un concorrente. La velocità di caricamento delle pagine è anche uno dei fattori che va a incidere sul posizionamento sui motori di ricerca.

pulsante_654x56

Contenuti sponsorizzati